Quattro amici al bar               La biblioteca di Babele edizioni 

 

  

Indice                                                                                                               Introduzione  

                                                                                                             

 

  

 

 

 

 

Il nostro “Progetto” individua, il miglioramento della qualità del processo decisionale come elemento fondamentale di una necessaria rifondazione della Politica, ottenibile attraverso quello che abbiamo definito “inquinamento della Politica da parte della “Cultura”, e prevedendo, in termini operativi, la istituzionalizzazione di “luoghi” (“Commissioni consiliari”, “Consulte comunali”) capaci di sollecitare il coinvolgimento di tutte le realtà culturali presenti sul territorio per inserirle nel processo delle decisioni politiche, per migliorarle attraverso la introduzione in esse del disincanto della prospettiva culturale che solo i pareri, frutto di riflessione e non prigionieri delle esigenze di “antagonismo” politico, possono dare.

E’ per propiziare un clima del genere che proponiamo questo nostro “Progetto” come input per animare un simile dibattito ponendo a disposizione di chiunque, ne voglia fare questo estratto che può essere qui prelevato nel formato pdf.

 

   

 Scarica  

 

 

 

 

 

 

Nota dell’autore

 

Mi preme sottolineare che con la stessa severità con la quale, in “Storia nascosta di Modica” ho tratto dai risultati di governo della “Modica repubblicana” la “mediocrità politica” che li aveva determinati, secondo un rapporto di causa ed effetto, scandalizzando moltissimi politici che per forza di cose abbiamo dovuto coinvolgere in tali giudizi, in questo mio “Progetto Organico su Modica” mi sono sforzato di utilizzare il risultato delle analisi come spunti ed indicazioni disincantate per tracciare i lineamenti di un progetto possibilmente capace di non propiziare gli stessi errori.

Non ho mai fatto, e non intendo farlo più che mai adesso, confusione tra il momento della elaborazione di un Progetto organico e quello della lotta politica.

Perché se la prima richiede giustamente uno studio privo di ogni riferimento polemico nei confronti del governo cittadino, ne andrebbe della sua qualità elaborativa, la seconda, invece, potrebbe richiederlo come è avvenuto in “Storia nascosta di Modica” e nella parte introduttiva di questo “Progetto

La differenza è sostanziale, perché uno studio deve essere disincantato perché ricerca la soluzione culturalmente più adeguata mentre nel secondo caso non si studia ma si constata la qualità politica di chi opera ed ottiene risultati: per caso il progettista che nel suo studio elabora o si fa idea di un progetto organico, magari facendo riferimento alle esperienze passate o già realizzate non può severamente rimproverare il capomastro che organizza e dirige il cantiere tradendo, competenza, onestà mentale, diritto, economicità ed obiettivi finali?

Nella elaborazione del Progetto la mediocrità politica ed i conseguenti risultati e provvedimenti danno spunti utili per ben fissare i criteri del retto agire ed organizzare mentre nella lotta politica la mediocrità politica deve dare spunti per individuare i "criminali" politici per neutralizzarli.

 

 

 

Joomla templates by a4joomla